Accesso ai servizi

Mercoledì, 13 Gennaio 2021

Dal 15 gennaio rilevazione automatica delle infrazioni semaforiche in via Torino angolo via Valletta



Dal 15 gennaio rilevazione automatica delle infrazioni semaforiche in via Torino angolo via Valletta


Dal 15 GENNAIO 2021 in funzione il nuovo sistema di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche, posti alla seguente intersezione:
VIA TORINO INTERSEZIONE CON VIA VALLETTA - VIA DE GASPERI
Matricola B8A44F13A9B9 – Via Torino int. Via Valletta
Matricola b8a44f13d335- Via Torino int. Via De Gasperi

OMOLOGAZIONE
Il sistema REDLIGHTMETER  approvato con Decreto Dirigenziale  registro n. 4707 in data 01 Agosto 2016  e Decreto Dirigenziale registro n. 288 del 28 Luglio 2020 con il quale è stata estesa l’approvazione del sistema alla versione denominata REDLIGHTMETER ML ( UNI 10772/2016).
Nell'ambito del  programma dell’Amministrazione Comunale è stata approvata la  deliberazione nr. 177 del 30 Settembre 2020 con l’obiettivo di accrescere la sicurezza della circolazione stradale, soprattutto per gli utenti vulnerabili della strada,  in prossimità dell’intersezione di via Torino/via Valletta, Via De Gasperi.
Per questo motivo, l’Amministrazione Comunale ha deciso di intervenire mettendo in funzione, per un periodo sperimentale, un sistema automatico di controllo e sanzionamento delle infrazioni semaforiche ai sensi dell'articolo 201 punto 1 bis e 1 ter del Codice della Strada.

L'art. 201 del Codice della strada, notificazioni delle violazioni, stabilisce, al comma 1 bis, che, nel caso di attraversamento di un incrocio con il semaforo indicante la luce rossa, la contestazione immediata non è necessaria e agli interessati sono notificati gli estremi della violazione nei termini di cui al comma 1 del medesimo articolo. Il successivo comma 1ter precisa che qualora il rilevamento avvenga con apparecchiatura debitamente omologate la presenza degli organi di polizia non è necessaria.

Il sistema risulta omologato anche per la rilevazione del superamento del limite prima del quale il conducente ha l'obbligo di arrestare il veicolo (striscia d'arresto) per rispettare le prescrizioni semaforiche (violazioni ex art. 146 comma 2 del CdS), e anche per rilevare le infrazioni al rosso semaforico di veicoli e motocicli transitanti ai lati rispetto alla corsia di marcia controllata.
Tale dispositivo offre un potenziale superiore grazie ai componenti tecnologici che lo costituiscono frutto dell’ultima generazione 2020 dell’elettronica e degli standard informatici. Esso consente il rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche e l'acquisizione delle immagini relative, in grado di documentare inequivocabilmente l'infrazione, nonché di consentire la verifica dei dati associati, prevedendo l'utilizzo di immagini digitalizzate del veicolo che ha commesso la violazione. Tali immagini, attraverso appositi sistemi di trattamento delle informazioni, garantiscono l'attendibilità dell'accertamento effettuato, e consentono l'eventuale successiva notifica dell'infrazione al proprietario del veicolo.
Per mezzo di telecamere, viene registrata la sequenza dell'intera violazione e viene così prodotta una serie di fotogrammi. Ogni singola violazione viene verificata, controllata e validata da personale del corpo di Polizia Locale avente funzioni di polizia stradale in grado di controllare anche le condizioni del contesto in cui la violazione è stata effettuata.
Il dispositivo è conforme a quanto stabilito nel Regolamento Generale sulla Protezione dei dati (GDPR -25 MAGGIO 2018). Per quanto attiene la privacy il dispositivo permette di configurare liberamente l’offuscamento delle zone delle immagini non pertinenti la carreggiata stradale. Come previsto dalla normativa, le “quadrettature privacy” rimangono indelebilmente presenti nel filmato a colori.
Il sistema è stato studiato in modo da garantire:
  • Prove documentali video a colori HD e immagini delle targhe riferite alle infrazioni all’art. 146 del Codice della Strada, per i commi 2 e 3 commessi da qualsiasi veicolo, motociclo e ciclomotore.
  • Una tecnologia sviluppata per attuare l’analisi della scena mediante rilevamento delle targhe mediante spire virtuali poligonali 3D;
  • Le spire virtuali permettono di operare durante qualsiasi condizione di illuminazione ( anche nel buio più assoluto);
  • è privo di elementi potenzialmente di disturbo per i cittadini: il rilevamento dei veicoli in infrazione avviene tramite l'analisi video, gli apparati sono privi di dispositivi flash;
  • è in grado di documentare chiaramente tutta la dinamica dell'infrazione, con sequenze fotografiche riportando sia gli avvenimenti precedenti che quelli successivi all'infrazione;
  • Funzione OCR HD a 75 fotogrammi per secondo per rilevare targhe veicolari e motociclistiche Europeee /CE27+1), Svizzera, RSM e qualsiasi stato Extra CE;
 
LA DURATA DEL GIALLO
Nonostante la sentenza n. 27348/2014 della Corte di Cassazione abbia ribadito che una durata delle luce semaforica gialla di almeno 3 secondi è sufficiente a richiedere all’automobilista il corretto arresto del veicolo prima dei punti stabilito, la durata della luce gialla dell’impianto semaforico Via Torino, Via Valletta  risulta essere di  5 secondi.

L’ACCERTAMENTO DELLE INFRAZIONI

SANZIONI - Sintesi degli artt. 41 e 146 C.d.S.

Infrazione

Rif.

Sanzione

Durante il periodo di accensione della luce rossa per la propria direzione di marcia arrestava il veicolo oltre la linea di arresto

art. 41 comma 11 e art. 146 comma 2

sanzione pecuniaria compresa tra € 42,00 (€ 29,40 entro 5gg) e € 173,00 e decurtazione di 2 punti* sulla patente

Proseguiva la marcia nonostante il semaforo proiettasse luce rossa per la propria direzione di marcia

art. 41 comma 11 e art. 146 comma 3

sanzione pecuniaria compresa tra € 167,00 (€ 116,90 entro 5 gg) e € 665,00 e decurtazione di 6 punti* sulla patente

 

La decurtazione dei punti per i neopatentati è raddoppiata. Quando lo stesso soggetto sia incorso, in un periodo di due anni, in una delle violazioni di cui all'art. 146, comma 3, per almeno due volte, all'ultima infrazione consegue la sanzione accessoria della sospensione della patente da 1 a 3 mesi (art. 146, comma 3 bis).

Si ricorda inoltre che ai sensi dell'Art. 195 c. 2 bis C.d.S. l'importo della sanzione per le suddette violazioni commesse dopo le ore 22,00   e prima delle ore 07,00 è aumentato di un terzo, pertanto, gli importi sopra indicati diventano:

Violazione dell'art. 146 c.2: € 56 (€ 39,20 entro 5 gg) Violazione dell'art. 146 c.3: € 222,67 (€ 155,8)

 

 
LA COMUNICAZIONE DEI DATI DEL CONDUCENTE
A seguito della notifica del verbale il proprietario del veicolo o altro obbligato in solido ai sensi dell’art. 196 Cds, ha l’obbligo di comunicare entro 60 gg i dati del conducente al momento della commessa violazione, utilizzando l’apposito modulo posto sul retro del verbale ricevuto (avendo cura di allegare copia fronte/retro della patente di guida) da far pervenire al Comando della Polizia Locale di Leini con le seguenti modalità (prediligendo l’invio tramite mail):
 
- tramite posta elettronica certificata PEC : comando.pm.leini@legalmail.it
- tramite raccomandata RR :  Comando di Polizia Locale Leini – Via Volpiano nc. 8- cap 10040 Leini (TO)
- direttamente allo Sportello Piantone del Comando Polizia Locale in orario di apertura Lunedi, mercoledi  dalla ore 09.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 16.00. Sabato dalle ore 09.00 alle 12.00
 
Qualora la comunicazione venga omessa o ritardata, al proprietario o altro obbligato in solido verrà notificato un ulteriore verbale di accertamento per violazione dell’art. 126 bis c. 2 Cds con una sanzione amministrativa pecuniaria da € 292,00 a € 1168,00 pagamento in misura ridotta pari a € 292,00 - (€204,40 per pagamento entro 5 gg dalla notifica). In questo caso non ci sarà alcuna decurtazione di punti.
 
LA VISUALIZZAZIONE DELLE IMMAGINI
Alla ricezione del verbale, è possibile visionare online i fotogrammi dell’infrazione commessa collegandosi direttamente sulla Home Page del Comando di Polizia Locale di Leini.
 
Altresì presso gli uffici del Comando Polizia Locale, il destinatario del verbale di contestazione o persona munita di specifica delega del verbalizzato e copia del suo documento di riconoscimento, può visionare oltre alle immagini, anche il filmato del passaggio e dell’infrazione commessa.
 
L’accesso informale nelle predette modalità, finalizzato alla mera visione delle immagini è gratuito.
 
Qualora l’interessato voglia ottenere copia documentale delle immagini, dovrà farne formale richiesta utilizzando l’apposito modulo d’acceso agli atti, corrispondendo i diritti di segreteria ed ulteriori spese di spedizioni nel caso in cui si voglia ricevere le immagini al proprio domicilio.

In allegato Ordinanza n. 4 del 13/01/2021

Documenti allegati:

Dal 15 gennaio rilevazione automatica delle infrazioni semaforiche in via Torino angolo via Valletta
Dal 15 gennaio rilevazione automatica delle infrazioni semaforiche in via Torino angolo via Valletta
Area Tematica: