Accesso ai servizi

Martedì, 29 Dicembre 2020

Stop ai veicoli euro 4 a partire dal 4 gennaio 2021



Stop ai veicoli euro 4 a partire dal 4 gennaio 2021


Stop ai veicoli euro 4 a partire dal 4 gennaio 2021

Da lunedi 4 gennaio 2021 tutti i veicoli con omologazione euro 4 diesel, sia adibiti al trasporto persone che al trasporto merci, non potranno più circolare nei territori dei comuni dell’area metropolitana di Torino, dal lunedi al venerdi dalle 8 alle 19.
E’ quanto stabilito da tempo dal Protocollo siglato dalle Regioni della pianura padana che oltre ad intervenire con misure per la limitazione alla circolazione dei veicoli più inquinanti, tocca ambiti quali energia, impianti di riscaldamento, trasporti e agricoltura. Le limitazioni erano state sospese fino al 31 dicembre per l'emergenza sanitaria in corso.
Rientrano negli obblighi previsti dal Protocollo, oltre a Torino, i comuni di Beinasco, Borgaro Torinese, Cambiano, Carmagnola, Caselle Torinese, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, La Loggia, Leinì, Mappano, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pianezza, Rivalta di Torino, Rivoli, San Mauro Torinese, Santena, Settimo Torinese, Trofarello, Venaria Reale, Vinovo e Volpiano.

Di seguito le esenzioni:
  • Veicoli diretti verso officine e centri autorizzati al fine di effettuare la revisione, la rottamazione dei veicoli o la trasformazione gpl/metano (nel caso dei veicoli benzina Euro 1)
  • veicoli di interesse storico e collezionistico
  • le autovetture condotte da persone che abbiano compiuto il 70° anno di età, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni;
  • veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli di operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o delle fiere autorizzate dall’amministrazione comunale (per i veicoli diesel Euro 4);
  • veicoli utilizzati da lavoratori turnisti o che stanno rispondendo a chiamata in reperibilità (per i veicoli diesel Euro 4);
  • veicoli delle Forze Armate, degli Organi di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dei Servizi di Soccorso, della Protezione Civile in servizio e autoveicoli ad uso speciale adibiti alla rimozione forzata di veicoli, veicoli destinati a interventi su mezzi o rete trasporto pubblico, veicoli destinati alla raccolta rifiuti e nettezza urbana, veicoli adibiti ai servizi pubblici di cattura animali vaganti e raccolta spoglie animali;
  • veicoli della categoria M1 adibiti a servizi di trasporto pubblico purché dotati di dispositivi per l’abbattimento del particolato;
  • veicoli che l’art. 53 del Codice della Strada definisce “motoveicoli per trasporti specifici” e “motoveicoli per uso speciale” e relativi mezzi funzionali al servizio erogato che si muovono contestualmente sullo stesso percorso;
  • veicoli che l’art. 54 del Codice della Strada definisce “autoveicoli per trasporti specifici” e “autoveicoli per uso speciale” e relativi mezzi funzionali al servizio erogato che si muovono contestualmente sullo stesso percorso;
  • veicoli utilizzati per il trasporto di persone con disabilità e di soggetti affetti da gravi patologie o che si recano presso strutture sanitarie per interventi di urgenza.
  • veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie, interventi od esami o dimesse da Ospedali e Case di
  • veicoli utilizzati da lavoratori la cui abitazione e/o luoghi di lavoro non sono serviti, negli orari di lavoro, dai mezzi pubblici nel raggio di 1000 m
  • veicoli diesel Euro 4 e 5 e benzina Euro 1 condotti da persone il cui ISEE del relativo nucleo familiare sia inferiore alla soglia di 14.000 €, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni;
  • autoveicoli per trasporto persone (categoria M1) con almeno 3 persone a bordo se omologate a quattro o più posti oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2/3 posti (car-pooling);
  • veicoli delle aziende e degli enti di servizio pubblico in pronto intervento dei quali sia dimostrata la funzione e la destinazione ad interventi tecnico-operativi indilazionabili;
  • veicoli bifuel anche trasformati funzionanti con alimentazione a metano o a gpl;
  • veicoli privati dei conduttori delle unità cinofile delle FFAA, degli Organi di Polizia, dei VV.FF., dei Servizi di Soccorso e della Protezione Civile;
  • veicoli del car sharing;
  • macchine operatrici, macchine agricole, mezzi d’opera;
  • veicoli delle Associazioni o Società sportive appartenenti a Federazioni affiliate al CONI o altre Federazioni riconosciute ufficialmente, o veicoli privati utilizzati da iscritti alle stesse. Veicoli utilizzati da arbitri o direttori di gara o cronometristi. Questa deroga ha validità soltanto nelle giornate di sabato e festivi durante le quali è attivo un livello di criticità;
  • veicoli utilizzati da operatori assistenziali in servizio;
  • veicoli utilizzati per il trasporto di persone che partecipano a cerimonie funebri o a cerimonie religiose o civili non ordinarie;
  • veicoli utilizzati da medici e veterinari in visita domiciliare e/o ambulatoriale;
  • veicoli utilizzati da medici e operatori sanitari in turno di reperibilità nell’orario del blocco;
  • veicoli utilizzati da infermieri e ostetriche in visita domiciliare e/o ambulatoriale;
  • veicoli al servizio di testate televisive e per riprese o da giornalisti iscritti all’Ordine;
  • veicoli o mezzi d’opera che effettuano traslochi;
  • veicoli di imprese che eseguono lavori pubblici per conto del comune o altre amministrazioni pubbliche;
  • veicoli utilizzati nell’organizzazione di manifestazioni per le quali sono state precedentemente rilasciati atti concessori di occupazione suolo pubblico;
  • veicoli utilizzati da Enti o Associazioni per manifestazioni patrocinate e/o organizzate dalla Città;
  • veicoli di artigiani della manutenzione e dell’assistenza;
  • veicoli per il trasporto di pasti per il rifornimento di mense scolastiche, ospedaliere, case di riposo per anziani o strutture sanitarie assistenziali o singole comunità;
  • veicoli di residenti in altre regioni italiane o all’estero muniti di prenotazione o della ricevuta alberghiera;
  • veicoli di incaricati dei servizi di pompe funebri e trasporti funebri;
  • veicoli utilizzati per il rifornimento di medicinali;
  • veicoli utilizzati dall’Autorità Giudiziaria, dagli Agenti e Ufficiali di Polizia Giudiziaria in servizio;
  • veicoli utilizzati per il trasporto di persone che hanno prenotato un volo aereo per il giorno di blocco del traffico;
  • veicoli adibiti al trasporto di cose di venditori ambulanti;
  • veicoli ad uso degli uffici diplomatici.

Area Tematica: